Strisce pedonali in 3D per renderle più visibili!

Strisce pedonali in 3D per renderle più visibili!

Con la percentuale di vittime stradali in continuo aumento, in Islanda, più precisamente a Isafjòrdur, in queste settimane è in via di sperimentazione l’uso di strisce pedonali 3D.Per creare l’effetto 3D delle strisce pedonali è stata utilizzata una particolare tecnica di disegno, con l’obiettivo di far rallentare gli automobilisti in prossimità dell’avvicinamento e successivo attraversamento. Con questo tipo di strisce pedonali si vuole evitare il problema che spesso, quest’ultime, risultano poco visibili dovuto dalla perdita di colore nel tempo. Infatti, la non piena visibilità è sinonimo di incertezza dell’automobilista che in prossimità delle strisce, spesso non rallenta, aumentando così il senso di disagio nei pedoni che devono attraversare la strada.

Questa idea non è del tutto nuova, in passato anche Cina e India avevano testato questa tecnica, con l’ausilio di ditte specializzate nella creazione 3D. Nel test viene sfruttata l’illusione ottica degli automobilisti e motociclisti, che crea l’effetto 3D in modo da ingannare i loro occhi. Così facendo, chiunque arriva in prossimità delle strisce, vedendole in 3D, rallentano e frenano per evitare di schiantarsi contro quello che da lontano sembrano blocchi di cemento a mezz’aria! Questa tecnica è in via sperimentale e se si ottengono risultati positivi, potrebbe essere usata in qualunque altra città del mondo. Questa idea di strisce 3D è venuta a Gauti Ivar Halldòrsson, amministratore delegato della Vegamàlun, l’azienda che ha creato queste particolari strisce pedonali.

I primi risultati sono stati sorprendenti con una percentuale di incidenti in forte calo in poco più di un mese. Si spera che con queste nuove idee abbinate alla tecnologia attuale, possa portare reali benefici in fatto di vite salvate ogni anno sulle strade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.